DLF Genova, via Roggerone 8 - Tel: 010 7408331|dlfgenova@dlf.it

Welfare DLF 2020: regolamento, come funziona e quali documenti scaricare

2020-06-26T10:06:15+00:0026 Giu 2020|

Stiamo vivendo un periodo di eccezionale difficoltà a causa di un virus finora sconosciuto e drammaticamente pericoloso, il Coronavirus, che molte migliaia di vittime ha già provocato nel nostro Paese con il grande dolore e le grandi sofferenze che una tragedia come questa ha causato. A maggio 2020 sono ancora chiuse le strutture DLF e sono di conseguenza sospese tutte le attività e tutte le iniziative.

Le Associazioni del Dopolavoro Ferroviario riapriranno nei tempi e con le modalità che saranno stabilite dalle autorità. È una condizione di grandissima difficoltà per tutte le nostre strutture per le drammatiche ricadute economiche che ci sono e che ci saranno nel futuro. I dipendenti di tutte le nostre strutture, 135 persone, sono in cassa integrazione così come le 850 persone che con P. Iva o da dipendenti lavorano nei centri sportivi, nei punti di ristoro, nelle strutture alberghiere, nelle attività turistiche, culturali e teatrali.

Ma, come DLF, siamo fermamente intenzionati, pur nella limitatezza del nostro ruolo, a fare la nostra parte e a guardare al futuro con fiducia e speranza. La Giunta Nazionale del DLF ha così per intanto deciso, nella riunione del 28/4/2020, di rendere operativo il programma Welfare 2020 per i ferrovieri e per le loro famiglie, con la sola cancellazione del sussidio per le vacanze-studio all’estero.

È stata prevista l’erogazione per l’anno 2020 di sussidi e liberalità del valore di 1 milione di euro per finalità istituzionali di carattere familiare, socio-assistenziale e formative in favore dei Ferrovieri in servizio/pensionati e delle loro famiglie.

Regolamento

Regolamento per l’erogazione ai soci ferrovieri di liberalità e di sussidi di carattere socio-assistenziale secondo le finalità di cui all’art. 128 del Dlgs. n.112 del 31 marzo 1998 e della Legge 328 dell’8 novembre 2000.

Anno 2020

Art. 1) DESTINATARI

Destinatari delle liberalità e dei sussidi economici di carattere familiare, socio-assistenziale e formativi sono i Ferrovieri in servizio/pensionati soci del DLF. I Ferrovieri in servizio/pensionati devono essere soci del Dopolavoro Ferroviario da almeno 2 (due) anni (tessera 2019-2020).
Possono, altresì, accedere ai benefici previsti dal successivo Art. 2 del presente Regolamento le vedove/i di agenti ferroviari titolari di pensione di reversibilità che risultino iscritte/i al DLF da almeno 2 (due) anni.
Ai fini dell’erogazione delle liberalità e dei sussidi, i destinatari di cui sopra non devono intrattenere rapporti di lavoro e/o rapporti a contenuto patrimoniale con l’Associazione Nazionale DLF e con le Associazioni DLF Territoriali.
Le domande relative alle richieste di liberalità e sussidi devono essere presentate da un solo componente per nucleo familiare.

Art. 2) I SUSSIDI ECONOMICI FAMILIARI, SOCIO-ASSISTENZIALI E FORMATIVI SONO:

a) sussidio di € 500,00 per la nascita di un figlio di socio Ferroviere in servizio o pensionato;
b) sussidio per acquisto libri di testo di € 200,00 in favore dei figli di soci Ferrovieri in servizio o pensionati per l’iscrizione al primo anno della scuola secondaria di primo grado (anno scolastico 2020-2021) e di € 300,00 per l’iscrizione al primo anno della scuola secondaria di secondo grado (anno scolastico 2020-2021);
c) sussidio di € 500,00 per la presenza nel proprio nucleo familiare di un portatore di handicap grave ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/1992. Il sussidio può essere richiesto una sola volta in un triennio a partire dall’anno 2016;
d) sussidio formativo del valore di € 800,00 per n. 400 Lauree Magistrali, conseguite nel periodo 1 ottobre 2019-30 settembre 2020 dai figli di ferrovieri in servizio/pensionati fiscalmente a carico. Possono partecipare gli stessi soci ferrovieri in servizio. Voto minimo di diploma di laurea richiesto: 100/110.

Art. 3) DOCUMENTI RICHIESTI

Documenti specifici riferiti ai punti elencati all’Art. 2 del Regolamento:

Art. 2.a) estratto dell’atto di nascita del figlio/a del socio Ferroviere in servizio o in pensione dal quale risulti il nominativo dei genitori;
Art. 2.b) certificato di iscrizione al primo anno della scuola secondaria di primo o secondo grado e ricevuta di acquisto dei libri di testo. Solo per le Province di Trento e Bolzano è possibile presentare ricevute relative all’acquisto di materiale comunque inerente all’attività scolastica;
Art. 2.c) documentazione sanitaria attestante la condizione di portatore di handicap grave ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104/1992;
Art. 2.d) attestazione delle Segreterie di Facoltà relativa alla conclusione del ciclo accademico per Lauree Magistrali, comprensiva del relativo voto finale. In caso di lauree magistrali conseguite all’estero è necessario produrre apposito certificato rilasciato dalla Segreteria estera di appartenenza (tradotto in italiano) riportante la data di conseguimento della laurea e l’indicazione del voto in centesimi equiparato a quello delle Università italiane. È esclusa l’autocertificazione.
Documenti obbligatori per tutti, oltre a quelli specifici di cui sopra:

domanda regolarmente compilata in ogni suo campo utilizzando il modulo allegato al presente Regolamento;
stato di famiglia e copia del documento di riconoscimento del dichiarante;
copia del documento di riconoscimento del destinatario del sussidio. In caso di nascita è sufficiente il C.F.;
copia della Smart Card del dipendente o copia della carta di libera circolazione del pensionato;
copia della tessera di iscrizione al DLF di appartenenza;
copia del codice fiscale del dipendente o pensionato FS e del destinatario del sussidio;
attestato recente della pensione di reversibilità ferroviaria, ove occorra;
mod. ISEE, esclusivamente per le domande di cui al punto d) dell’Art. 2, il cui importo deve essere pari o inferiore a € 35.000,00. In caso di separazione legale o divorzio, documentati da atto rilasciato dal Tribunale Civile da allegare alla domanda, verrà considerato il reddito ISEE del genitore affidatario.

Art. 4) DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

Tutte le domande, punti a), b), c) e d) di cui all’Art. 2, dovranno pervenire improrogabilmente entro il 30 gennaio 2021 all’Associazione Nazionale DLF tramite:

l’Associazione DLF Territoriale di appartenenza;
oppure via e-mail esclusivamente all’indirizzo: dlfsolidale2020@dlf.it, da effettuare in un unico invio, allegando IN UN UNICO FILE tutta la documentazione richiesta. In tal caso è obbligatorio richiedere sempre la Conferma di Lettura;
oppure raccomandata A/R indirizzata all’Associazione Nazionale DLF, Via Bari 20, 00161 Roma: in tal caso, per la data di scadenza di cui sopra, si considera la data di spedizione;
oppure consegnate a mano presso la Sede Centrale al medesimo indirizzo.
Le domande dovranno essere compilate in modo chiaro e leggibile e corredate dei documenti obbligatori e di quelli specifici, richiesti dall’Art. 3. Dovrà essere scritto in modo leggibile l’indirizzo e-mail che verrà utilizzato per le successive comunicazioni.

In caso di più figli, è necessario presentare una domanda distinta per ciascun figlio.

Nel caso in cui entrambi i genitori rientrino tra i destinatari del sussidio economico (specificati all’Art. 1 – DESTINATARI), la domanda dovrà essere presentata esclusivamente da uno solo dei due genitori.

Si invitano i richiedenti a voler effettuare l’invio ad uno soltanto degli indirizzi sopra indicati al fine di evitare duplicazioni che comporterebbero rallentamenti o disguidi nell’esame della pratica.

Non verranno prese in considerazione le domande prive della documentazione richiesta.

Art. 5) CRITERI PER L’ASSEGNAZIONE ED EROGAZIONE DEI SUSSIDI

I sussidi familiari e socio-assistenziali sono attribuiti a giudizio insindacabile della Giunta Nazionale DLF e fino a concorrenza dello stanziamento di Bilancio.
I sussidi formativi per Lauree Magistrali – Art. 2.d) – sono attribuiti in base ad una graduatoria nazionale determinata dal voto e dal Mod ISEE di importo pari o inferiore ad € 35.000,00 (trentacinquemila/00). A parità di voto verrà considerato il minor reddito ISEE.

I sussidi formativi di cui sopra sono attribuiti in base alla seguente ripartizione territoriale:

A tutti gli assegnatari verrà inviata apposita comunicazione.

Art. 6) MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SUSSIDIO

Il sussidio sarà erogato con assegno circolare bancario inviato direttamente al percettore tramite il DLF di appartenenza.

Art. 7) ACCETTAZIONE

La presentazione della richiesta di sussidi familiari, socio-assistenziali e formativi comporta l’accettazione integrale di quanto contenuto nel presente Regolamento. I dati forniti verranno utilizzati dall’Associazione Nazionale DLF per finalità amministrative interne nel rispetto della normativa sulla Privacy – Dlgs n. 196 del 30.06.2003 e RGDP 2016/679, così come indicato al link: www.dlf.it/privacy.html. Tutti i sussidi ed i contributi socio-assistenziali sono da considerarsi delle liberalità riservate ai soci DLF e sono erogati sulla base delle finalità indicate dal Dlgs n. 112 del 31 marzo 1998 e della Legge n. 328 dell’8 novembre 2000.

INFORMAZIONI
e-mail dlfsolidale2020@dlf.it

Documenti da scaricare

Welfare DLF 2020 – Regolamento

Welfare DLF 2020 – Domanda