DLF Genova, via Roggerone 8 - Tel: 010 7408331|dlfgenova@dlf.it

Gita a Punta Manara con il Gruppo Escursionisti (FOTO)

2017-06-13T12:38:02+00:0013 Apr 2017|

Domenica 26 marzo primo appuntamento dell’anno per i soci del DLF escursionisti Genovesi, Linda, Maria, Danilo, Orazio, mentre in treno viaggiano alla volta di Sestri Levante destinazione finale “Punta Manara” fanno conoscenza fra di loro.

Questa escursione sarà il banco di prova per conoscersi, tastare le possibilità di ognuno e capire se sono spinti dalla stessa voglia di libertà che si assapora nell’abbandonarsi ad una escursione.

Ad attenderli al via una mattonata/scalinata piuttosto scivolosa che superano in scioltezza.

Essendo un percorso ad anello, decidono di effettuarlo in senso orario immergendosi subito in un bosco seguendo un sentiero che si inerpica verso l’alto ai lati del quale si alternano zone incolte con poderi e uliveti dove si riconosce l’intervento dell’uomo nei muretti a secco, nelle varie edicole, nelle reti di raccolta appese chiuse sotto gli ulivi, nei fiori che nascono intorno alle abitazioni che si incontrano.

Raggiungono la cima da dove proseguiranno in costa verso la destinazione finale, ma una cartellonistica non proprio perfetta fa sbagliare loro la rotta percorrendo in discesa un sentiero scavato nelle pietre dall’acqua.

Ritornati sui loro passi, riprendono il giusto tracciato da dove raggiungono la destinazione prefissata.

Condividono la spianata di Punta Manara con famiglie, alcune con bambini, anziani, cani mangiando un panino si contempla dall’alto il mare e l’orizzonte.

Purtroppo una notizia grave incrina la giornata, un camion è finito in un cantiere sull’autostrada fra Savona e Celle Ligure travolgendo due operai che sono morti.

Ripresa la marcia dopo la sosta, arriva un acquazzone estivo a rinfrescarli, dandogli modo di assaporare un paesaggio che anche con colori più bui rimane sempre eccezionale.

Per concludere l’escursione devono affrontare nuovamente la mattonata/discesa dove uno di loro prova l’”ebbrezza del volo” con atterraggio non proprio morbido.

Sosta in un bar in attesa del treno di ritorno dove ci si assopisce rivivendo la giornata appena trascorsa e pregustando già la prossima escursione.