Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Nel pomeriggio di sabato 30 marzo 2019 – per la kermesse “Lo Scoglio dell’Albatros” – verrà organizzata una visita all’interessante Museo Paleontologico di Campomorone.

Il museo presenta un’esposizione di rocce e minerali, e illustra l’evoluzione della Terra attraverso i fossili. Costituito negli anni 77/78, è stato inaugurato nel 1980.

Il Museo è costituito da tre sale espositive, un laboratorio didattico, una sala per audiovisivi e conferenze. I fossili esposti appartengono in massima parte al bacino Ligure – Piemontese. Si tratta nel complesso di circa 2000 pezzi. È stata realizzata successivamente una vetrina dove sono ricostruiti in scala alcuni esemplari di dinosauri. L’ultima sala è dedicata all’origine ed alla evoluzione dell’uomo con particolare riferimento alla Liguria: attraverso dei plastici si è cercato di ricostruire il tipo di vita e di insediamento abitativo dei nostri antenati così come è possibile desumerlo dai vari ritrovamenti. 

Commenti sonori registrati rendono più agevole la visita. Nella sala audio-visivi è possibile visionare diapositive e filmati inerenti l’argomento. Nel 1999 e nel 2000 sono state rinnovate le sale espositive relative ai minerali ed ai fossili. Nel 1987 è nato il laboratorio didattico rivolto alla scuola dell’obbligo ed alla scuola materna. 

Cos’è “Lo Scoglio dell’Albatros”?

Lo scoglio del DLF vuole essere un approdo e un punto di partenza per la Valpocevera, i cui problemi socio ambientali sono stati amplificati dal recente crollo del ponte Morandi.

Il trasferimento della sede del Dopolavoro Ferroviario Genova in via Roggerone, a Rivarolo, permette di moltiplicare e ulteriormente qualificare l’offerta di incontro, formazione, socialità. L’obiettivo è offrire a tutte le associazioni e realtà già operanti sul territorio un contenitore ove proporre le proprie attività, nella convinzione che grazie al dialogo e alla conoscenza reciproca sarà possibile riqualificare la “periferia”.

Siamo convinti che, nonostante gli evidenti problemi della periferia valpolceverasca, esistano anche infiniti fermenti di crescita e di integrità sociale. A questi ultimi vogliamo dare forza, affinche si possano sviluppare ulteriormente.

Il progetto prevede una serie di iniziative – incontri con esperti, laboratori, proiezioni, corsi, presentazioni di libri e molto altro – incentrate su diverse tematiche di interesse: dall’ambiente (con un occhio di riguardo nei confronti della Valpolcevera) alla storia, dall’arte ai viaggi, dalle buone pratiche alla cucina, passando per la salute e altri argomenti di stringente attualità, adatti a un pubblico di tutte le età.

I protagonisti di questi momenti di scambio culturale – previsti tra l’autunno 2018 e l’autunno 2019 – saranno gli stessi cittadini che potranno mettersi alla prova con laboratori, corsi e attività interattive. L’obiettivo è stimolare l’interesse e favorire la massima partecipazione con una serie di iniziative a cui prenderanno parte esperti conosciuti a livello nazionale e internazionale (dal musicista Eyal Lerner al fumettista Zerocalcare, passando per gli artisti del Conservatorio di Milano e il “cucinosofo” Sergio Rossi, insieme a molti altri) e che andranno a toccare diversi temi, per una kermesse originale, del tutto innovativa per la vallata.

“Lo Scoglio dell’Albatros” è organizzato dal DLF Genova e Artesulcammino, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Dopolavoro Ferroviario, INAT e HDI Assicurazioni.